Font Size

SCREEN

Cpanel

In memoriam: Dave Brubeck

  • Posted on:  Venerdì, 07 Dicembre 2012 12:18
  • Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
0 Comments

Perché un istituto di musica per la liturgia dovrebbe registrare in modo particolare la morte di un musicista jazz come Dave Brubeck – morto appunto il 5 dicembre 2012, proprio alla vigilia del 92° compleanno? Perché Brubeck è stato un grande musicista, e anche perché tra le sue composizioni si ritaglia un posto significativo To Hope! A Celebration, che è una vera e propria “Messa Jazz”, perché prevede l’intervento di un quartetto jazz (piano, contrabbasso, sax e batteria), ma è al tempo stesso una vera e propria “Messa” musicale che, facendo ricorso a diversi stili della musica nordamericana, si propone di realizzare musicalmente proprio il rito attuale della Messa (il sottotitolo di questa composizione dice: “A Mass in the Revised Roman Ritual”), con risultati molto interessanti.

A quanto ci risulta, le uniche realizzazioni di To Hope! A Celebration in Italia sono state proposte dall’IDML di Reggio Emilia, a cominciare da una prima esecuzione italiana fatta nel 2006, a dieci anni dalla morte di don Luigi Guglielmi.

Letto 11391 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Gennaio 2013 00:03
Istituto

Istituto diocesano di musica e liturgia

Altro in questa categoria: Le ragazze del coro »
Devi effettuare il login per inviare commenti